Sugli animali

Ananas grande o ananas ordinario (Ananas comosus)

Pin
Send
Share
Send


Il suolo
  • Sciolto, fertile, acido. Il terreno pronto per le bromeliacee è l'ideale.
dimensione
  • da 50 a 100 cm
Tempo di fioritura
  • Da maggio a luglio
Colori possibili
    luce
    • Molti // orientamento occidentale, meridionale, possono richiedere diverse ore di luce solare diretta
    irrigazione
    • Medio // Irrigazione intensa 2-3 volte a settimana
    Difficoltà di partire
    • Molto // Cura necessaria (svernamento freddo, retroilluminazione, riparo (in giardino), ecc.)
    Umidità dell'aria
    • Medio // Umidità moderata (almeno il 35%, normale umidità della strada all'ombra)
    Frequenza del fertilizzante
    • Non abbastanza // Abbastanza nutrizione. sostanze dal proprio terreno o fertilizzanti rari

    La specie più diffusa e ampiamente coltivata per ottenere frutti si trova spesso in vendita sotto il nome di Ananas Candido. Può essere coltivato dall'alto dell'ananas comune, che si trova nei negozi di alimentari, ma per decorare l'interno della casa, le sue foglie grigio-verde sembrano opache.

    È meglio dare la preferenza alla varietà decorativa Pineapple crestato eterogeneo (variegatus). È compatto e ha bellissime foglie verde brillante con bordi contrastanti in crema o bianco. In lunghezza, raggiungono circa un metro, hanno un bordo seghettato.

    Una grande infiorescenza si trova all'apice di un denso peduncolo che appare dal centro della rosetta fogliare. Ci sono più di un centinaio di fiori, ma sono molto piccoli e anonimi, le grandi brattee rosse danno un tocco decorativo all'infiorescenza.

    Dalle ovaie fuse si forma un piccolo frutto rossastro con un odore gradevole caratteristico. I frutti delle grandi specie di ananas sono commestibili, ma non è consigliabile mangiarli, poiché a casa semplicemente non hanno il tempo di maturare fino alla fine. È meglio eseguire il root e ottenere una nuova copia.

    (Revisione analitica)

    B. M. Zuzuk, R.V. Kutsik, L. M. Kurovets
    Accademia medica statale di Ivano-Frankivsk

    Il nome di questa pianta deriva dalla parola indiana "nana", che significa "dolce".

    Rus.:Ananas.
    Engl.:Ananas.
    esso.:Ananas.
    Franz.:Ananas.

    Descrizione botanica

    Pianta erbacea perenne, alta 60–100 cm, della famiglia delle bromelia (Bromeliaceae). Lo stelo è accorciato, con una rosetta di succulente foglie succulente di xifoide lineare, che hanno bordi dentellati, raggiunge 1,5 m di altezza e 2-3 cm di larghezza. I fiori di ananas sono lilla, bianchi o viola, raccolti in un semplice picco. Una volta completata la fioritura, si forma un frutto giallo dorato compatto che ricorda un cono ed è costituito da bacche carnose e un succoso ricettacolo. La maturazione della fertilità dura 4,5-5 mesi. La massa di frutta matura in diverse varietà di ananas è compresa tra 0,8 e 3,6 kg.

    Distribuzione geografica

    La patria dell'ananas è considerata la regione semi-arida dell'America Latina nord-orientale (Brasile, Venezuela, Guiana), dove si trova ancora allo stato brado. Dopo la scoperta dell'America, l'ananas si diffuse rapidamente nella cultura di altri paesi tropicali, in particolare l'India, dove fu coltivato prima del 1576. L'ananas è stato successivamente portato in Australia, Indonesia, Sudafrica e Isole Hawaii. Oggi l'ananas è coltivato in quasi tutti i paesi tropicali. Le Antille e le Isole Hawaii hanno circa il 75% della produzione mondiale. Un istituto per lo studio dell'ananas si trova alle Hawaii, dove vengono condotti studi genetici e di selezione di questa pianta esotica.

    L'origine dell'ananas coltivato è ancora sconosciuta. Si ritiene che sia nato a seguito dell'ibridazione naturale di diverse specie selvatiche che non sono state finora conservate. Tra le 5 specie del genere di ananas, solo una specie è ampiamente conosciuta nella cultura: l'ananas a grande ananas Ananas comosus (L.) Merrill.

    Sostanze biologicamente attive

    La parte interna dei frutti di ananas contiene fino al 100 mg% di vitamina C, 0,5-0,7% di acidi organici (principalmente citrici), vanillina, zuccheri 12-15% (principalmente saccarosio), minerali, in particolare calcio, potassio e sali di rame e ferro. I frutti di ananas sono ricchi di polisaccaridi. I principali polisaccaridi non cellulosici delle pareti cellulari sono glucuronoarabinoxilani, oltre a loro ci sono xilglucani e una piccola quantità di polisaccaridi pectinici, glucomannani o galattoglucomannani (Smith B. G. e Harris P. J., 1995).

    È stato scoperto che i polisaccaridi dei frutti di ananas sono esterificati con acido ferulico e, quando idrolizzati, principalmente O-5-O- (E-feruloil) -α-L-arabinofuranosyl (13) -O-β-D-xylopyranosyl- (14) -D -ksilopiranoza.

    Nel succo di ananas, i composti fenolici S-sinapil-L-cisteina, N-L-γ-glutamil-S-sinapil-L-cisteina e S-sinapilglutatione sono stati trovati in concentrazioni significative (Wen L., 1999).

    Di particolare importanza medica è la bromelina (o bromelina), che è una miscela di enzimi proteolitici e ha la capacità di coagulare il latte. Da un punto di vista chimico, la bromelina è una glicoproteina ad alto peso molecolare. La bromelina si trova nel succo del frutto e negli steli della pianta. È ottenuto da frutti verdi e maturi.

    Nel corso di studi biochimici, è stato scoperto che l'ananas contiene almeno 4 proteinasi di cisteina: steli di bromelina, steli di bromelina e ananaina e steli di comosain (Rowan A. D. ecc., 1990). Questi enzimi sono immunologicamente diversi. Nell'analisi frazionata della bromelina, si è scoperto che contiene 8 proteasi (Harrach T. ecc., 1995), tra cui le frazioni F4 e F5 con un pH ottimale del 4,0–4,5% in moli prevalgono quantitativamente. 24397 Sì e 24472 Sì, rispettivamente, e la frazione più attiva è F9 mol.m. 23427 Sì, e con un pH neutro ottimale. Solo la metà delle proteine ​​isolate sono glicosilate; F4 e F5 contengono fucosio, N-acetilglucosamina, xilosio e mannosio in un rapporto di 1,0: 2,0: 1,0: 2,0. L'ananaina cisteina proteinasi (EC 3.4.22.31) differisce dalle altre cisteine ​​proteinasi nella superfamiglia di papaina per la sua sequenza amminoacidica unica (Carter C. E. ecc., 2000).

    Un altro enzima simile alla papaina, la cisteina peptidasi mol.m., è stato isolato dall'estratto del frutto pseudo-ananas Pseudananas macrodontes (Morr.) Harms, una specie molto vicina all'ananas a grande ananas. 23459 Sì, chiamato Macrodontaine I (Lopez L. M. ecc., 2000). Uno studio sulla sequenza degli aminoacidi ha mostrato un alto grado di omologia di questo enzima con comosain (85,7%), bromelina (85,2%) e ananain (77,8%).

    Storia di utilizzo in medicina

    L'ananas è la pianta tropicale più popolare dopo una banana.

    Mangia l'interno di un frutto succoso, che ha un sapore agrodolce e un aroma fragrante specifico. I frutti sono usati sia in forma grezza che in forma lavorata. Da loro ricevono cibo in scatola, succhi di frutta, bevande alcoliche, marmellate e conserve. I frutti di ananas migliorano la digestione.

    Il succo d'ananas è usato per ridurre l'edema nelle malattie dei reni e del sistema cardiovascolare. A causa del contenuto di acido ascorbico nella polpa del frutto, l'ananas è un buon rimedio anti-zingotico e vitaminico. Il succo d'ananas ha un buon effetto terapeutico nell'anemia.

    In India, il succo di ananas è usato come antielmintico.

    La bromelina è anche usata per dare tenerezza alla carne nella produzione di idrolizzati proteici nell'industria della pelle.

    Nei paesi tropicali, le foglie di ananas producono preziose fibre di filatura.

    Sebbene l'ananas fosse ampiamente usato nella medicina popolare dagli abitanti dei tropici, lo studio delle proprietà farmacologiche della bromelina iniziò nel 1975-1978. Solo negli anni '80 sono comparsi i preparati enzimatici e negli anni '90 le indicazioni per il loro uso si sono notevolmente ampliate.

    Proprietà farmacologiche

    La bromelina isolata dal succo di ananas è un enzima proteolitico che ricorda la pepsina e la papaina nella natura della sua azione. Suddivide le proteine ​​in poli e oligopeptidi. L'idrolisi delle proteine ​​sotto l'influenza della bromelina si verifica in un ampio intervallo di pH (3,0–8,0). È attivo sia nello stomaco che nell'intestino, è efficace per un'acidità ridotta, aumentata e normale del succo gastrico. Pertanto, la terapia sostitutiva con bromelina migliora significativamente la digestione nel tratto gastrointestinale.

    Negli esperimenti sui conigli, è stato scoperto che la bromelina, quando somministrata per via orale alla dose di 5 mg / kg, presenta proprietà anticoagulanti (fibrinolitiche). Negli animali, dopo 30 minuti, è stato osservato un aumento di 2,5 volte del tempo di protrombina rispetto al livello di controllo. Allo stesso tempo, anche il livello di plasmina nel siero del sangue è aumentato, apparentemente a causa della capacità dell'enzima di attivare il plasminogeno (profibrinolisina). Livelli elevati di plasmina accelerano la lisi della fibrina. Come dimostrato da studi quantitativi, 1 mg di bromelina ha attivato la stessa quantità di plasmina di 4000 UI di streptochinasi. Negli esperimenti sui ratti, quando somministrati per os alla dose di 1 mg / kg, la bromelina inibisce l'aggregazione piastrinica.

    La bromelina ha effetti antinfiammatori e immunocorrettivi. Quando somministrato per via orale, riduce l'infiammazione e il gonfiore, accelera i processi di riparazione dei tessuti. Questa azione è associata alla depolimerizzazione delle strutture intercellulari e alla modifica della permeabilità vascolare. In un modello di infiammazione sperimentale causata dalla somministrazione di olio di crotone e carragenina, l'effetto terapeutico è stato accompagnato da una diminuzione del livello di prostaglandine E 2 e trombossano B 2 in essudato. Pertanto, si ritiene che le proprietà antinfiammatorie e antipiastriniche della bromelina siano dovute alla sua capacità di influenzare il metabolismo dell'acido arachidonico (Vellini M. et al., 1986).

    Come la papaina, la bromelina accelera la guarigione di ferite, ulcere trofiche, piaghe da decubito, aiuta a purificarle dai tessuti necrotici, stimola la digestione di masse proteiche non vitali, ma per i tessuti vitali è completamente sicura a causa della presenza di inibitori della proteasi in essi.

    Il trattamento di ratti con ustioni sperimentali con un complesso enzimatico di steli di ananas ha permesso di pulire rapidamente le ferite (Rowan A. D. ecc., 1990).

    Esperimenti in vitro hanno dimostrato che la bromelina inibisce la crescita delle cellule tumorali in vitro e previene anche l'insorgenza di metastasi polmonari del carcinoma polmonare di Lewis nei topi (Batkin S. ecc., 1988).

    L'estratto di radice di ananas quando somministrato per via orale a ratti (10 mg / kg) presenta proprietà diuretiche, mentre la produzione di urina è pari al 79% del livello raggiunto da una dose simile di ipotiazide (Sripanidkulchai B. ecc., 2001). Uno studio sulla composizione elettrolitica delle urine indica che l'estratto agisce come saluretico.

    I fitosteroidi dai frutti e dalle foglie di ananas causano aborti spontanei nei topi (Pakrashi A. ecc., 1975, 1976).

    Tossicologia ed effetti collaterali

    Poiché la bromelina è glicoproteina in natura, può esibire un effetto sensibilizzante. È stata descritta la sensibilizzazione della bromelina nei lavoratori dell'industria farmaceutica con un contatto professionale con esso (Baur X. e Fruhmann G., 1979). Un test provocatorio per inalazione (0,03 mg) di bromelina e la somministrazione orale di 190 g di ananas hanno predeterminato una reazione asmatica in soggetti sensibilizzati e le seguenti provocazioni hanno portato allo sviluppo di disturbi dispeptici.

    Test cutanei positivi sono stati osservati in pazienti e Ig specifiche sono state rilevate con il metodo radioimmune. I risultati degli studi immunologici indicano sensibilizzazione incrociata con bromelina e papaina.

    Applicazione clinica

    L'ananas è molto apprezzato nella terapia dietetica. Il succo è raccomandato per l'uso nelle malattie gastrointestinali e in vari disturbi dispeptici per migliorare la digestione, poiché la bromelina mostra un'attività simile alla pepsina. Ma per i pazienti con una maggiore attività secretoria del succo gastrico, il succo d'ananas non è raccomandato.

    Oggi, la bromelina viene utilizzata come agente terapeutico non tossico che influenza la crescita del tumore, la coagulazione e l'infiammazione del sangue, le ustioni purificanti di III grado e il miglioramento dell'assorbimento dei farmaci. Grazie alle sue proprietà necrolitiche e antinfiammatorie, nonché alla sua capacità di migliorare i processi di rigenerazione, la bromelina è stata utilizzata nella pratica chirurgica: per accelerare la guarigione di ferite purulente, ulcere trofiche, piaghe da decubito. Nella pratica ginecologica, dà buoni risultati nell'episiotomia: dissezione chirurgica della vulva durante il parto. La bromelina riduce il gonfiore, previene la suppurazione della sutura, favorisce la sua rapida guarigione e la formazione di delicate cicatrici.

    È stato notato l'effetto antinfiammatorio della bromelina durante la procedura di estrazione del dente (80 mg 3 volte al giorno per 6 giorni, l'inizio del corso del trattamento - un giorno prima dell'intervento). Un giorno dopo l'operazione, è stata stabilita una riduzione delle dimensioni dell'edema del 7,5% e dell'analisi bidimensionale - del 15,9% rispetto ai pazienti che hanno ricevuto un placebo (Hotz G. ecc., 1989).

    Gli scienziati americani hanno stabilito la capacità della bromelina di regolare il metabolismo del corpo. Pertanto, fa parte dei mezzi per perdere peso.

    La bromelina fa parte dei preparati di polienzima per la terapia sistemica degli enzimi, che si basa sul complesso effetto sull'omeostasi di combinazioni appositamente selezionate di enzimi idrolitici di origine animale e vegetale (vedi Carica papaya L.). Il metodo della terapia enzimatica sistemica è stato introdotto con successo in pratica in molte aree della medicina clinica.

    I risultati dell'uso dei preparati di Wobenzym e Flogenzim (che includono la bromelina) indicano l'elevata efficienza della terapia enzimatica sistemica nella pratica angiologica, che consente loro di essere raccomandati per un ampio uso clinico. Un buon effetto clinico si ottiene quando viene prescritto il flogenzima in una dose di 3 compresse 3 volte al giorno per i pazienti con insufficienza venosa cronica degli arti inferiori. La stragrande maggioranza dei pazienti ha mostrato una diminuzione dell'edema, dolore e una sensazione di pesantezza alle gambe, una diminuzione della viscosità del sangue (in media del 10-15%) e la normalizzazione del livello di fibrinogeno. L'efficacia della terapia si è manifestata dopo 3-4 settimane di assunzione del farmaco.

    La terapia enzimatica sistemica con floenzima è altamente efficace nelle malattie croniche che cancellano le arterie degli arti. Dopo 1-2 mesi di trattamento, la maggior parte dei pazienti ha manifestato un miglioramento clinico, che si è manifestato con un aumento della distanza massima percorsa in media di più di 2 volte.

    In traumatologia, la terapia enzimatica sistemica viene utilizzata per eliminare rapidamente l'edema postoperatorio, accelerare il riassorbimento degli ematomi nei siti di fratture e contusioni dei tessuti molli, nonché durante l'endoprotetica e la rimozione del menisco artroscopico. Allo stesso tempo, è preferito il flogenzima, che presenta l'effetto decongestionante e antinfiammatorio più pronunciato.

    In omeopatia, i preparati a base di ananas sono prescritti per disturbi funzionali del sistema nervoso.

    Farmaci

    Bromelina 200 (Ursapharm, Germania) - compresse contenenti 200 mg di bromelina ciascuna. È usato nei processi infiammatori accompagnati da edema (ad esempio, con tromboflebite), per mantenere la terapia fibrinolitica, come adiuvante nei processi neoplastici. Prendi 1 compressa 3 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti. Le compresse vengono assunte senza masticare, con una quantità sufficiente di liquido. Se necessario, la dose può essere aumentata a 2 compresse 3 volte al giorno. Il farmaco è controindicato nelle coagulopatie, grave compromissione della funzionalità renale ed epatica.

    Inoltre, la bromelina fa parte di preparazioni enzimatiche complesse. Wobenzym ® (Wobenzym, Mucos Pharma, Germania) è una preparazione enzimatica complessa. 1 compressa rivestita contiene 100 mg di pancreatina, 60 mg di papaina, 45 mg di bromelina, 10 mg di lipasi, 10 mg di amilasi, 24 mg di tripsina, 1 mg di chimotripsina, 50 mg di rutina (vedere Carica papaya L.). Flogenzym ® (Flogenzym, Mucos Pharma, Germania) è un preparato enzimatico complesso contenente 90 mg di bromelina, 48 mg di tripsina e 100 mg di rutoside. Disponibile in compresse rivestite, 20 pezzi per confezione.

    La bromelina e la tripsina contribuiscono alla rapida degradazione dei prodotti metabolici del processo infiammatorio e la rutina ripristina la permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni, riducendo in tal modo dolore, gonfiore e lividi. Il floenzima riduce la viscosità del sangue e quindi previene la trombosi e migliora la microcircolazione.Con la somministrazione simultanea di flogenzima con antibiotici, aumenta la concentrazione locale di quest'ultimo nel fuoco dell'infiammazione. Il floenzima non sostituisce il trattamento antibiotico per i processi infiammatori infettivi.

    Il farmaco viene utilizzato per il trattamento di acuti ed esacerbazione di processi infiammatori cronici, edema post-traumatico e postoperatorio (a causa di lesioni, lesioni sportive, ustioni, ferite da taglio e lacerate), malattie infiammatorie-distrofiche delle articolazioni e della colonna vertebrale nella fase acuta, malattie reumatiche, infiammazione dei tendini, periartrite. In combinazione con altri metodi di terapia, è efficace per disturbi della circolazione periferica, ulcere trofiche della parte inferiore della gamba, flebite, arterite, linfangiite ed edema linfatico. In combinazione con antibiotici, il flogenzima è prescritto per i processi infiammatori nella cavità orale, dei seni nasali, del tratto respiratorio e degli organi del tratto genito-urinario. Come terapia aggiuntiva, è indicato per le malattie infiammatorie del pancreas, del fegato e dell'intestino.

    In alcune malattie croniche, è possibile peggiorare all'inizio del trattamento con floenzima, che dovrebbe essere considerato come una manifestazione di una reazione positiva del corpo alla terapia. In nessun caso deve interrompere l'assunzione del farmaco; si raccomanda una riduzione temporanea della dose.

    Tipicamente, il floenzima viene prescritto 6 compresse al giorno (3 volte 2 compresse o 2 volte 3). Nelle malattie gravi o nel trattamento shock dei processi infiammatori, è possibile assumere fino a 12 compresse al giorno (3 volte 4 compresse o 4 volte 3). Le compresse vengono assunte senza masticare 30-60 minuti prima di un pasto, lavate con una grande quantità di liquido (almeno 250 ml).

    La dose di flogenzima nelle malattie delle arterie e delle vene periferiche è di 3 compresse 3 volte al giorno, si raccomanda un ciclo di trattamento di 1,5-2,5 mesi. In traumatologia, il floenzima viene prescritto 3-4 compresse 3 volte al giorno per 7-14 giorni.

    Mexaza (Mexaza) - un farmaco con azione enzimatica e antibatterica per il trattamento dei disturbi digestivi. Viene prodotto in Jugoslavia sotto forma di un confetto (in un pacchetto di 20 pezzi), composto da tre strati. Nello strato interno, il dragee contiene 100 mg di 5-cloro-7-iodio-8-idrossichinolina (enteroseptolo) e 10 mg di 4,7-fenantrolina-5,6-chinone, che presentano attività antibatterica e antiprotozoaria. Lo strato esterno contiene 50 mg di bromelina e in media 150 mg di pancreatina e 25 mg di acido deidrocolico. Memorizzato secondo l'elenco B.

    L'azione simultanea di agenti antibatterici ed enzimi determina l'efficacia di Mexase in vari disturbi digestivi, tra cui inadeguata secrezione di succhi digestivi, gastrite, gastroenterite, enterocolite cronica, insufficienza pancreatica esocrina, malattie toniche della cistifellea, epatite cronica (senza compromissione della funzionalità epatica) sindrome post-colecistectomia, con dispepsia fermentativa e putrefattiva, flatulenza, violazione della dieta, carenza alimentare Arena in età avanzata.

    Prescrivi il farmaco all'interno (durante o immediatamente dopo un pasto) con una piccola quantità di acqua, 1-2 compresse 3 volte al giorno. I dragees vengono deglutiti senza masticare. Nelle malattie acute, il trattamento dura di solito 2-5 giorni, nelle malattie croniche - 2-3 settimane. La durata del trattamento non deve superare le 4 settimane. Con una maggiore acidità del succo gastrico, si raccomanda di prescrivere antiacidi contemporaneamente alla mexase e diluire l'acido cloridrico per l'acilia.

    Nutrizym ® (Merk, Germania) è un preparato combinato, prodotto sotto forma di confetto contenente 50 mg di bromelina, 400 mg di pancreatina e 30 mg di estratto di bile.

    È usato per disturbi digestivi di grassi, proteine ​​e carboidrati, che si verificano in caso di insufficienza della funzione pancreatica esocrina, gastrite ipo e anacida, dispepsia putrefattiva e fermentativa, dopo resezione del pancreas, dello stomaco e dell'intestino. Il farmaco viene anche utilizzato prima di un esame radiografico dell'intestino per liberarlo dai gas. Per 1 compressa durante un pasto o immediatamente dopo un pasto, se necessario, aumentare la dose. Enzym-hepaduran ® (Zwintscher) - confetto contenente 25 mg di bromelina nel guscio e 200 mg di pancreatina di maiale nel guscio, 15 mg di estratto alcolico secco di rizoma di curcuma, 15 mg di estratto alcolico secco (6.5: 1), corteccia di radice Crespino, 15 mg di estratto alcolico secco di cardo mariano, 15 mg di bile secca purificata, 5 mg di vitamina B 1 5 mg di vitamina B 2 6 mg di vitamina B 6 e 10 mg di vitamina B 15 (sale sodico di acido pangamico).

    Assumere 1-2 compresse al giorno durante o dopo un pasto in violazione della funzione esocrina del pancreas, accompagnata da disturbi digestivi. Esberizym ® N (Schaper & Brummer, Germania) - confetto contenente pancreatina di maiale (10.000 unità di triacilglicerolipasi, 7.500 unità di amilasi e 500 unità di proteasi), 60 unità di bromelina e 40 mg di dimeticone. È usato per disturbi digestivi acuti e cronici, pancreatite cronica, secrezione inadeguata di succhi digestivi, flatulenza, dispepsia fermentativa e putrefattiva, nonché per la rimozione di gas dall'intestino prima dell'esame radiografico. Controindicato nella pancreatite acuta. Prendi 1-2 compresse per pasto. Meteophyt ® -V (OTW, Germania) - un dragee contenente 5 mg di bromelina, 30 mg di pancreatina suina, 30 mg di papaina, 30 mg di estratto di bile, 7 mg di estratto di aloe, 4 mg di estratto alcolico secco di curcuma (11: 1), 0 , 4 mg di olio di cumino, 0,4 mg di olio di finocchio, 0,4 mg di olio di arancia, 0,2 mg di olio di menta piperita, 0,02 mg di olio di camomilla e 30 mg di dimethicone 2000. 2 compresse vengono utilizzate senza masticare mentre si mangia con disturbi digestivi, ridotta secrezione delle ghiandole digestive, flatulenza, discinesia biliare. Floradix ® Multipretten ® Krauter-Dragees (Salushaus, Germania) - confetto contenente 8 mg di bromelina, 20 mg di una miscela di enzimi Aspergillus oryzae, 20 mg di estratti alcolici secchi di semi di cumino, finocchio, olio essenziale di anice, foglie di menta piperita, erba di achillea, 10 mg di estratti alcolici secchi di coriandolo ed erbe aromatiche, 30 mg di estratto alcolico secco di erbe assenzio, 0,8 mg di oli essenziali di anice, cumino, finocchio, menta piperita e 0,4 mg di olio essenziale di coriandolo. È usato per migliorare la funzione dello stomaco, la digestione delle proteine, con flatulenza, dispepsia gastrica. Prendi 2 compresse prima dei pasti. Extranase ® (Rottapharm, Francia) - compresse contenenti 900 nCat unità di bromelina. Assegnare agli adulti 3 compresse 3 volte al giorno per edema post-traumatico e postoperatorio.

    Bromelain fa parte di Ananase ® prodotto dagli Stati Uniti.

    1. Vovk I. B., Peterburzka V.F., Krupko-Bolshova Yu.O., Romashchenko O.V., Dronova V.L., Misuragina O.A., Ros N.V. Caratteristiche speciali del campo immunitario e l'interruzione dell'accensione del calore assegnato al farmaco Wobenzym // Pediatrics, Obstetrics and Genecol.- 1998. - No. 5. - P. 91–95.
    2. Wolf M., Ransberger K. (Wolf M., Ransberger K.) Trattamento con enzimi / Per. dall'inglese.- M .: Mir, 1976.— 240 p.
    3. Vorobyova A.M., Rudenko A.V., Khodakovskaya L.N., Balannik Z. T. Esperienza nell'uso del farmaco Wobenzym per il trattamento di pazienti chirurgici con endocardite infettiva // Ukrain. kardіol. Zh. - 1998. - No. 3.— S. 52–54.
    4. Guskov A.R., Bogacheva I.D., Yatsevich G. B. Sistemica (preparazione del wobenzym) e terapia enzimatica locale per il drenaggio transuretrale della prostata in pazienti con forme ostruttive di prostatite cronica // Urol. e nefrolo.- 1998. - N. 6. - S. 37–41.
    5. Levenets V.M., Lopushan V.M., Terzov A.I., Kharitonov O.D., Kh_ndі M. Terapia sistemica in ortopedia e traumatologia // Clinica. Chirurgia.- 1997. - N. 9–10. - S. 50–51.
    6. Martynenko A.V. Wobenzym nella complessa terapia patogenetica della prostatite uretrogenica cronica // Likarska a destra.- 1998. - No. 6. - P. 118–120.
    7. Martinyuk L.P. Klіnіchna caratteristica di "Wobenzym" in pazienti con pionefrite cronica // Galitsky lіkarsky visnik.— 1998. - V. 5, No. 1.— P. 56-59.
    8. Sabadosh R.V. Efficacia nel trattamento della sindrome della sindrome dei vasi sanguigni interni disseminata in pazienti con angiopatia secondaria // Clinica. Chirurgia. - 1999.— No. 1.— S. 16–18.
    9. Sledzevskaya I. K., Shumakov V. A., Bratus V. V., Babiy L. N., Malinovskaya I. E., Gavrilenko T. I., Terzov A. I. Terapia enzimatica sistemica nel trattamento dei pazienti dopo infarto miocardico // Journal. Pract. medico— 1997.— N. 3.— S. 43–44.
    10. Batkin S., Taussig S., Szekerczes J. Modulazione della metastasi polmonare (carcinoma polmonare di Lewis) da parte della bromelina, un estratto del gambo di ananas (Ananas comosus) // Cancer Invest. - 1988.— Vol. 6, n. 2. - R. 241–242.
    11. Baur X., Fruhmann G. Reazioni allergiche, incluso l'asma, alla bromelina della proteasi dell'ananas a seguito di esposizione professionale // Clin. Allergia— 1979.— Vol. 9, n. 5. - R. 443–450.
    12. Carter C. E., Matrimonio H., Goodenough P. W. Mutagenesi e studi cinetici di una cisteina proteinasi vegetale con una disposizione insolita di ac>

    Ananas comosus var. comosus

    Come altre varietà, l'ananas a grande ananas è un'erba perenne della famiglia della bromelia, e il frutto amato da molti è il frutto succoso, che, a seconda della specie e della varietà, può avere forma, dimensioni e peso diversi. Se sulle piante della varietà Giant Kew, maturano frutti con un peso fino a 10 kg, i mini ananas allevati nel sud-est asiatico non hanno quasi un nucleo rigido, ma pesano non più di 500 grammi.

    La classificazione del commercio internazionale si basa sull'esistenza di numerosi grandi gruppi di varietà di ananas. Questi sono Smooth Cayenne, Spanish, Queen, Abacaxi e Pernambuco. Mentre il lavoro di allevamento è in corso, oltre a queste classi, compaiono altre varietà e varietà.

    Gruppo di varietà di ananas Caienna liscia

    Il primo, il più esteso gruppo Smooth Cayenne è costituito principalmente da piante coltivate alle Hawaii e in Honduras. Inoltre, ananas con frutti esotici con segni caratteristici di appartenenza a questo gruppo varietale si trovano nelle Filippine e a Cuba, nelle piantagioni in Sudafrica e in Messico. Le piante di Cayenne lisce hanno un gambo corto, sul quale, gradualmente ingiallendo dal fondo allo sbocco, maturano frutti di peso compreso tra 1,5 e 3 kg. La polpa dell'ananas è densa, di colore giallo chiaro, con un alto contenuto di acidi e zuccheri, che conferisce al gusto un po 'di nitidezza.

    Spesso, la raccolta dalle piante di questo gruppo varietale va non solo per le vendite fresche, ma anche per la produzione di conserve di frutta. Non sorprende che dalle varietà incluse nel gruppo venga prodotto fino al 90% del volume mondiale di frutta in scatola. Rispetto ad altre varietà, gli ananas del gruppo varietale Smooth Cayenne si sviluppano più a lungo e possono anche essere attaccati da parassiti e malattie delle colture comuni.

    Il gruppo di varietà Caienna comprende molte varietà indipendenti:

    Allo stesso tempo, piante e frutti di diverse varietà incluse nello stesso gruppo possono essere molto diversi tra loro. Ad esempio, l'ananas Champaka, che produce frutti commestibili ma veramente nani, viene coltivato come pianta d'appartamento. E gli ananas Kew sono giganti che pesano da 4 a 10 kg, che crescono solo nelle piantagioni.

    Tra le varietà di questo vasto gruppo, si possono distinguere gli ananas Amritha con foglie appuntite appuntite e cilindriche, affusolate ai frutti inferiori che pesano da 1,5 a 2 kg. Dal momento della semina alle piante da fiore di questa varietà di ananas trascorrono 13-15 mesi. La varietà si distingue formando un piccolo sbocco compatto sopra il frutto. I frutti esotici stessi ananas in una forma acerba hanno un colore verde liscio, che diventa giallo quando il frutto è pronto per il taglio.

    Lo spessore della corteccia raggiunge i 6 mm e la polpa giallo pallida sotto di essa è densa, croccante, senza fibre evidenti. Gli ananas della varietà Amritha si distinguono per la loro bassa acidità e l'aroma ricco.

    Quasi il 50% del mercato mondiale degli ananas freschi che arrivano sugli scaffali rientra nel grado MD-2, che, secondo gli esperti, è giustamente considerato lo standard per il mercato internazionale.

    La coltivazione di ananas nell'America centrale e meridionale è iniziata nel 1996 e durante questo periodo le piante hanno dimostrato che possono produrre frutti stabilmente. I frutti di alta qualità hanno:

    • alto contenuto di zucchero
    • forma cilindrica diritta
    • basso contenuto di acido
    • peso medio da 1,5 a 2 kg.

    I frutti dell'MD-2 si distinguono per una durata molto lunga fino a 30 giorni, il che consente di trasportare frutti esotici di ananas su lunghe distanze senza perdita di qualità.

    Eppure la pianta non può essere definita ideale. L'MD-2 è più sensibile della putrefazione dell'ananas Kew alla putrefazione e alla peronospora.

    Gruppo di varietà di ananas "spagnolo"

    Il secondo gruppo di varietà di ananas si chiama "spagnolo". Gli ananas rossi spagnoli sono attivamente coltivati ​​in America Centrale. Le principali colture si ottengono a Puerto Rico. In genere, tali frutti, principalmente esportati, pesano 1-2 kg. Sotto la solida buccia rossastra, a causa della quale il gruppo ha preso il nome, c'è una polpa di colore giallo pallido o quasi bianca con un aroma delicato e una struttura piuttosto fibrosa rispetto alle varietà di Cayenna. Nella sezione, l'ananas spagnolo sembra quasi quadrato.

    Il gruppo spagnolo comprende varietà:

    • Pina blanca,
    • Rosso spagnolo
    • cabezona,
    • Canning,
    • Valera Amarilla Roja,

    Le piante di queste e altre varietà assegnate al gruppo si dilettano con frutti che pesano da 1 a 10 kg, e questi sono principalmente ananas da tavola, leggermente inferiori nel gusto alle varietà da dessert. Ciò si traduce in polpa più rigida e contenuto di zucchero inferiore.

    Il gruppo Queen comprende anche molte varietà di ananas degne di nota, ad esempio:

    Gli ananas di queste varietà possono essere riconosciuti dal colore verdastro della buccia. La rosetta è composta da piccole foglie decorate con spine lungo il bordo. Il peso di un tale frutto non supera in media 1,5 kg e la polpa colpisce con un colore giallo brillante.

    I buongustai notano che, confrontando l'ananas africano e il sudamericano, è difficile dare la preferenza a determinati frutti. Ciò è dovuto alla diversità del gusto. Gli ananas dal Sudafrica non sono così dolci, ma la loro acidità è inferiore a quella delle varietà del continente americano. I migliori ananas Natal Queen con una polpa da dessert quasi arancione sono coltivati ​​in Sudafrica.

    Gruppo di ananas grosso Abacaxi

    Sotto un unico nome di gruppo Abacaxi, le varietà sono combinate con polpa succosa leggera o quasi bianca che non ha segni di lignificazione. Le varietà più famose qui sono:

    La maggior parte delle piantagioni di ananas Sugarloaf sono in Messico e Venezuela. I frutti sono caratterizzati da un basso contenuto di acido, elevata succosità e dolcezza. Il peso di un tale ananas può variare da 1 a 2,7 kg.

    Oltre a questi gruppi e varietà, ce ne sono molti altri di importanza regionale. Ad esempio, in Australia da oltre 150 anni, è stato svolto il proprio lavoro di allevamento, basato su esperimenti iniziati nel XIX secolo, in Inghilterra. Oggi qui viene coltivato un gruppo varietale originale, i cui frutti sono richiesti nel paese.

    È nota anche la varietà di ananas Pernambuco di origine brasiliana. Nonostante il fatto che tali ananas non siano troppo ben conservati, sono richiesti a causa dell'elevato contenuto di zucchero e dell'eccellente qualità dei frutti non di grandi dimensioni.

    Varietà di selezione locale sono molto diffuse in Asia, tra cui gli ananas tailandesi Tard Sri Thong e Sriracha, varietà indonesiana dell'India, nonché ananas nano estremamente popolare Baby, caratterizzato da una polpa succosa e molto dolce uniforme.

    Mini ananas o Baby forma frutti con un'altezza di soli 10-15 cm Il diametro di una tale briciola è di circa 10 cm, ma con dimensioni modeste, il sapore di un frutto in miniatura non è inferiore a quello grande. Inoltre, l'ananas ha una polpa delicata, aromatica e dolce che non ha inclusioni dure, come tutti i frutti di dimensioni standard.

    Ananas comosus var. comosus non è l'unica sottospecie che porta frutti commestibili. Anche se altre varietà di ananas non possono essere paragonate all'ananas di grandi dimensioni in termini di dolcezza e dimensioni dei frutti, queste piante sono molto richieste e vengono coltivate per bevande a basso contenuto alcolico, fibre, nonché piante decorative e da interno.

    Innanzitutto, in questa veste sono le seguenti varietà di Ananas comosus:

    • Ananassoides,
    • Erectifolius,
    • Parguazensis,
    • Bracteatus.

    Ananas comosus var. bracteatus

    La sottospecie, nota anche come ananas rosso, è una pianta autoctona del Sud America. Ancora oggi, esemplari selvatici di questa specie possono essere trovati in Brasile e Bolivia, in Argentina, Paraguay e Ecuador.

    Le piante alte circa un metro si distinguono per un colore brillante, che combina strisce di colori quasi bianchi e verde denso. Le foglie sono decorate lungo il bordo con punte appuntite.Se l'ananas di questa sottospecie viene coltivato in un luogo ben illuminato, i toni del rosa iniziano a predominare nel colore della sua rosetta e dei suoi frutti. Grazie a questa funzione, la pianta ha preso il nome.

    La fioritura dell'ananas rosso non è praticamente diversa da come fioriscono le sottospecie rimanenti di Ananas comosus. E la fertilità delle piante è molto più elevata di quella dell'ananas grande.

    A causa dell'aspetto insolito del fogliame e della luminosità dell'intera pianta, Ananas bracteatus è un ananas decorativo coltivato per piccoli frutti rossi. Nel giardino, le piante possono essere utilizzate come siepi o aiuole e in casa un ananas rosso decorerà qualsiasi interno.

    Ananas comosus var. ananassoides

    Ananas di questa varietà sono anche gli abitanti indigeni del Sud America, vale a dire Brasile, Paraguay e Venezuela. Nelle regioni tropicali e nell'est delle Ande, le piante alte da 90 a 100 cm sono abbastanza comuni nella savana, dove c'è una mancanza di umidità, e nelle foreste ombrose e umide lungo i letti dei fiumi in Guiana e Costa Rica.

    Questa sottospecie di ananas selvatico è molto diffusa e i suoi frutti nani attirano l'attenzione di giardinieri e amanti delle colture indoor. Una caratteristica distintiva dell'ananas decorativo è l'assenza quasi completa dello stelo, foglie dure e affilate, lunghe da 90 a 240 cm e infiorescenze rossastre di 15 centimetri.

    I frutti di questo ananas sudamericano possono anche essere sferici. Ma più spesso su steli flessibili sottili si forma una fertilità cilindrica allungata. La polpa all'interno è bianca o giallastra, fibrosa, dolce con piccoli semi marroni.

    Ananas decorativi delle varietà erectifolius e parguazensis

    Una grande varietà luminosa di ananas, come altri rappresentanti del genere, è originaria del Sud America e si trova in diversi paesi della regione. Sebbene i mini ananas che maturano sulle piante non abbiano un valore commerciale, la cultura viene attivamente coltivata nei giardini e negli interni.

    Esistono diverse varietà di ananas di questa sottospecie, la più popolare delle quali è rappresentata nella foto "Chocolate".

    La sottospecie di ananas parguazensis non è troppo comune. La maggior parte della popolazione selvaggia si trova in Colombia, nel nord del Brasile e in Venezuela, in Guyana, e la pianta si trova anche nella Guyana francese. Una caratteristica della pianta può essere considerata foglie molli frastagliate e potenti sultani sul piccolo frutto dell'ananas decorativo.

    Guarda il video: Cómo dibujar una piña monstruosa Dibujos Fáciles (Agosto 2020).

    Pin
    Send
    Share
    Send